Basilica di San Clemente a Roma: i meravigliosi sotterranei.

pubblicato in: Itinerari | 0

 

Se visiti la Basilica di San Clemente a Roma, a due passi dal Colosseo, ripercorri ben 2000 anni di storia.

Cenni storici

Scendendo nei sotterranei trovi i resti di case romane andate distrutte nel famoso incendio di Nerone. Quest’ultimo, invece di ricostruire questa parte della città, ci edificò sopra il suo palazzo lussuosissimo, Domus Aurea, con un parco e un lago.

Caduto Nerone, il lago che nel frattempo si era prosciugato, fu utilizzato come base per la costruzione del Colosseo e al posto del palazzo, fu realizzato un grosso edificio, probabilmente la Zecca dello Stato romano dove venivano coniate le monete romane. Questo edificio era collegato attraverso un vicolo, che vedrai è molto stretto, ad una casa romana dell’epoca che poi nel corso dei secoli fu trasformata in centro di culto orientale. Infatti i romani erano molto affascinati dalla cultura orientale e in questo luogo adoravano una divinità persiana chiamata Mitra e le riunioni avvenivano appunto nel mitreo, un tempio a forma di grotta.

 

Basilica di San Clemente a Roma: il mitreo

 

Poi il mitreo fu distrutto e su di esso fu costruita una chiesa che poi si trasformò nella basilica di San Clemente. Quest’ultima funzionò per circa 700 anni. I pavimenti composti da vari pezzetti di marmo di differenti colori, provengono da numerosi paesi del Mediterraneo come la Francia, la Spagna, l’Egitto, ecc. Qui è seppellito San Cirillo, l’inventore dell’alfabeto cirillico e qui si trova una delle più antiche scritte in italiano sotto un affresco che rappresenta uno dei miracoli di San Clemente.

 

Basilica di San Clemente: i sotterranei

 

Successivamente la basilica fu interrata e su di essa fu costruita la nuova basilica, infatti si vedono le arcate della basilica sottostante. Ad oggi continuano ad emergere aree sconosciute: c’è un cimitero, una gigantesca fonte battesimale di circa 4 metri di diametro rivestita di marmo, un bagno papale. Ci sono ancora molti scavi in atto che riportano alla luce strati su strati di storia romana.

Consigli

Naturalmente tu che vieni a Roma per la prima volta vai subito a visitare il Colosseo e hai ragione, ma data la vicinanza a questo gioiello dell’arte romana poco conosciuto ti consiglio di visitare anche questi meravigliosi sotterranei. Per i biglietti, gli orari e visite guidate vai al sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.