Fori Imperiali

pubblicato in: Itinerari | 0

 

I Fori Imperiali sono una delle tappe principali per chi viene a Roma per la prima volta anche perché costeggiano il viale di fronte al Colosseo. La loro storia è davvero particolare. All’inizio tra il IX e il X secolo a.C. la zona dei Fori Imperiali era una palude usata come cimitero per seppellire i primi abitanti di Roma che vivevano dove adesso sono il Campidoglio e il Palatino.

 

Particolare dei Fori Imperiali

 

Poi Tarquinio il Superbo costruì la Cloaca Maxima, cioè la più grande fogna romana, ancora funzionante, e in tal modo bonificò l’intera area che fu pavimentata. Questo luogo, il Foro Romano appunto, divenne così il centro della vita politica, religiosa ed economica di Roma. Nei secoli si aggiunsero nuove costruzioni, si abbatterono quelle vecchie, si costruirono basiliche, ecc. Successivamente Giulio Cesare e gli imperatori dopo di lui, realizzarono altri cinque fori tutti vicini a quello più antico: il Foro di Cesare, il Foro di Augusto, il Foro della Pace, il Foro di Nerva e il Foro di Traiano. Questi sono appunto i Fori imperiali che distinguiamo dal Foro Romano.

 

Il Foro Romano

 

Si poteva passare dall’uno all’altro attraverso portici e colonnati e fu un’opera edile straordinaria. Poi durante il Medioevo l’area fu sepolta da terra e vegetazione finché nel Rinascimento, Giulio II ordinò di utilizzare i Fori come cava di marmi per ristrutturare gli edifici romani che ne avevano bisogno. L’area diventò nuovamente una zona di passaggio per la gente, e di pascolo per gli animali e rimasero solo quei ruderi e pezzi di edifici che oggi i turisti fotografano. Tuttavia, oltre ai ruderi, molto fotografati sono anche i conigli che vivono in piena libertà nella zona alta dei Fori.

 

Coniglio ai Fori Imperiali

 

Nel periodo che va da aprile a ottobre viene organizzata una vista ai fori imperiali seguendo due percorsi davvero particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.