Cosa vedere a Roma in due giorni

pubblicato in: Itinerari | 0

 

Cosa vedere a Roma in due giorni è sicuramente più di quanto potresti vedere se decidessi di fermarti per un solo giorno. L’itinerario di base è lo stesso ma ci sono alcune cose da vedere belle, importanti e che non tutti conoscono.

 

PRIMO GIORNO

 

Mattina: Colosseo e Basilica di San Clemente

Inizia con il Colosseo che ti occuperà circa due ore tra fila e visita (conserva il biglietto) e poi dietro al Colosseo, seguendo Via di San Giovanni in Laterano, arrivi alla bellissima basilica di San Clemente nell’omonima piazza. Nei suoi sotterranei, si trovano i resti delle case romane e la cenere dal grande incendio di Roma. Ci sono una serie di sale e di passaggi uno dietro l’altro e sembra di stare in un labirinto. Si scende fino ad una profondità di 15 metri e c’è persino un torrente sotterraneo. È davvero suggestivo.

 

Basilica di San Clemente

Pranzo: ristorante Li Rioni a Via dei Santi Quattro, 24.

Pomeriggio: San Pietro in Vincoli e Fori Imperiali

Rimanendo sempre in zona e sempre alle spalle del Colosseo, in Via Eudossiana c’è la facoltà di Ingegneria con il suo chiostro tra i più belli del Rinascimento italiano, mentre poco più avanti c’è la basilica di San Pietro in Vincoli che ospita il Mosè di Michelangelo. Senza fare troppa strada e con lo stesso biglietto del Colosseo  puoi iniziare la visita ai Fori Imperiali.

Cena: ristorante La Taverna degli Amici a piazza Margana.

 

SECONDO GIORNO

 

Mattina: Basilica di San Pietro e Castel Sant’Angelo

La fila per la Basilica di San Pietro è piuttosto rapida anche se lunga e comunque vale la pena vedere la ricchezza e la maestosità di questa chiesa. Da piazza San Pietro prendendo via della Conciliazione si arriva a Castel Sant’Angelo con la sua storia di avamposto fortificato, di prigione, di dimora rinascimentale e ora di museo.

 

Catapulta a Castel Sant'Angelo

 

Pranzo: a Borgo Pio una delle trattorie lungo la via

Pomeriggio: Piazza Navona, Sant’Ivo alla Sapienza, Pantheon, Fontana di Trevi, chiesa di Santa Rita da Cascia e la Scalinata di Piazza di Spagna.

Da Castel Sant’Angelo prendi il Lungotevere verso Ponte Umberto I, lo attraversi e ti trovi a Piazza Navona, un tempo riempita d’acqua per giochi navali.

Uscendo dalla piazza su Corso Rinascimento c’è Sant’Ivo alla Sapienza, sede della prima Università a Roma: la chiesa è visitabile solo la domenica mattina. Se hai tempo ed energie sufficienti dietro Corso Rinascimento puoi trovare qualche tela di Caravaggio alla chiesa di Sant’Agostino e a San Luigi dei Francesi.

Proseguendo arrivi al Pantheon poi ancora alla Fontana di Trevi. Qui in via delle Vergini c’è la chiesa di Santa Rita da Cascia che ha una particolarità: la cappella di Lourdes è una grotta. Infine arrivi a piazza di Spagna con la sua bella scalinata.

Cena: Trastevere

Puoi scegliere tra la pizzeria Ai Marmi, a viale Trastevere, 53 oppure il ristorante la Scala, a piazza della Scala, 71.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.